menu

Consulenza avvocato per diffamazione a mezzo stampa: affidati allo Studio Lo Voi

Lo Studio Legale Lo Voi assiste da anni giornalisti e testate giornalistiche, svolgendo in loro favore una costante attività di consulenza legale, soprattutto ai giornali online. Quando i nostri clienti si rivolgono allo Studio alla ricerca di un avvocato per diffamazione a mezzo stampa, il nostro lavoro è volto soprattutto a limitare in ogni modo che possano generarsi motivi di contenzioso. Abbiamo ormai acquisito una rilevante esperienza in materia in tanti anni di studio ed approfondimento, ma anche di applicazione pratica.

Strettamente collegata al tema della protezione dei dati personali è dunque la diffamazione a mezzo stampa. Negli ultimi anni vi è stato un esponenziale aumento delle cause civili di risarcimento del danno per diffamazione a mezzo stampa, una crescita direttamente proporzionale all’aumento del numero di testate giornalistiche online. Altre cause sono da individuarsi nel moltiplicarsi delle fonti di notizia – non sempre affidabili –  ed al fatto che le notizie, una volta pubblicate, tali news diventano patrimonio del web e dunque, risultano spesso ineliminabili anche a distanza di decenni.

Per ricevere maggiori informazioni o se sei in cerca di un avvocato per diffamazione a mezzo stampa, contattaci telefonicamente o compila la nostra pagina contatti. Saremo lieti di rispondere alle tue domande tempestivamente e con la massima trasparenza.

La nostra esperienza di avvocati specializzati in diffamazione a mezzo stampa e i principali cenni giurisprudenziali

Dalla nostra lunga esperienza in questo campo, possiamo affermare con certezza che la maggior parte delle volte i nostri clienti ricercano un avvocato per diffamazione a mezzo stampa quando si tratta di problematiche legate a notizie di cronaca giudiziaria, soprattutto quando le indagini penali sono appena all’inizio del loro iter e la responsabilità degli accusati è ancora lungi dall’essere certezza giudiziaria. E’ ormai pensiero comune che i quotidiani online, con la pressione derivante dalla continua necessità di pubblicare news ed aggiornamenti provenienti talvolta da fonti non verificate, possano rendere più difficile il ruolo di giornalista e redattore.

La produzione giurisprudenziale in materia di diffamazione a mezzo stampa è stata poderosa: in particolar modo, essa ha operato con l’obiettivo di adattare le norme in materia di libertà di stampa alla nuova realtà ed anche di recepire i principi in materia di tutela della privacy per adattarli alla necessità di non limitare, oltre il dovuto, la libertà di stampa, essendo anch’esso diritto di rilievo costituzionale. In questa materia infatti è di fondamentale importanza riuscire sempre a bilanciare il diritto dei giornalisti alla libera espressione e della collettività all’informazione con l’esigenza di tutela degli individui, protagonisti o vittime delle notizie che vengono diffuse, del loro diritto alla riservatezza, alla privacy ed alla tutela della dignità.

Diffamazione a mezzo stampa e responsabilità dell’editore

Consolidati e diversi principi giurisprudenziali caratterizzano la materia e fissano paletti che, chiunque svolge il mestiere di giornalista o di editore, deve costantemente rispettare per non incorrere in sanzioni civili e penali, in questo caso si parla infatti di diffamazione a mezzo stampa e responsabilità dell’editore. In tal senso, infatti, è fondamentale l’opera dell’editore (che sempre più spesso coincide – quanto meno nelle miriadi di piccole testate giornalistiche – con il giornalista redattore dell’articolo) che deve controllare e verificare che i limiti siano rispettati in ogni pubblicazione ed in ogni scritto.

L’editore è infatti responsabile quanto il giornalista redattore del contenuto degli scritti di quest’ultimo. E molto spesso, essendo anche il più solvibile tra i due, è anche quello che materialmente paga i risarcimenti. Negli ultimi anni, inoltre, la minaccia di azione legale e civile contro i quotidiani ed i giornalisti è diventato uno strumento in grado di ledere il diritto alla libera espressione, per questo lavoriamo da 10 anni per difendere i professionisti del settore mettendo in prima linea i nostri avvocati esperti in diffamazione a mezzo stampa. In ogni caso, è necessario ricordare in primis che il giornalista e l’editore hanno sempre l’obbligo di verificare le loro fonti e di pubblicare solo ciò che è vero, evitando di dare enfasi a vicende personali non chiare o definite.

Se cerchi un avvocato per diffamazione a mezzo stampa, lo Studio Legale Lo Voi offre consulenza e difesa ai professionisti, garantendo la massima competenza e la tutela della privacy, grazie alla decennale esperienza nel campo. Per ulteriori informazioni, contattaci telefonicamente o via email,  o vienici a trovare a Palermo, siamo in Via Mariano Stabile, 200.